Il 2020 di Amadori

Flavio Amadori

Presidente Amadori Spa

Ricorderemo a lungo il 2020, un anno in cui ciascuno di noi ha messo in discussione le proprie convinzioni, le proprie abitudini, la propria capacità di pianificare il futuro. Un tempo diverso, ma fatto anche di nuove priorità e nuovi obiettivi alla luce di una ritrovata centralità di temi universali come la salute e l’ambiente.

Abbiamo maturato una più profonda consapevolezza della capacità di reazione dell’uomo di fronte all’imprevedibile, una capacità che ha tracciato nuovi percorsi e delineato nuove prospettive, collocandoci in una dimensione più ampia del fare che si apre e si rivolge alle comunità, al territorio e alle generazioni future.

La nostra attività produce impatti nei luoghi in cui operiamo. Per questa ragione riteniamo necessario un sempre maggiore impegno nel segno della condivisione di tutte le nostre azioni e progetti legati alla sostenibilità sociale, ambientale ed economica, di cui questo Report di Sostenibilità rappresenta la prima rendicontazione puntuale.

Per Amadori la sostenibilità è parte di un modello imprenditoriale incentrato su una filiera integrata in tutte le sue fasi e su una riconosciuta e apprezzata capacità di innovare prodotti e processi, rispondendo positivamente alle più diverse esigenze degli stakeholder. In queste pagine c’è il racconto di un anno di grande impegno. Grazie ai valori che da oltre 50 anni guidano la nostra storia, alla professionalità e alla passione dei nostri dipendenti, agli importanti investimenti fatti e che faremo nei prossimi anni, siamo pronti ad affrontare le nuove sfide che ci attendono per rendere l’azienda sempre più sostenibile.

Francesco Berti

Amministratore Delegato Amadori Spa

Il 2020 è stato l’anno in cui abbiamo misurato quella che potremmo definire la “solidità dinamica” del Gruppo, confermando l’efficienza e la qualità della nostra filiera integrata nel continuare a garantire prodotti e servizi di eccellenza nonostante gli eventi più inattesi. Capacità di analisi e intervento, tutela delle persone, attenzione a tutti i nostri stakeholder, salvaguardia dell’integrità aziendale hanno orientato il nostro lavoro durante questo anno così complesso, rimanendo punti fermi che ci hanno guidato nelle decisioni più difficili e di prospettiva.
La filiera integrata è stata la nostra bussola. Una filiera 100% italiana che ha continuato a creare valore in ogni fase senza lasciare indietro nessuno, dagli allevatori alla rete distributiva, in un rapporto basato sulla condivisione dei rischi, ma anche sulla capacità di cogliere nuove opportunità di ulteriore rafforzamento per la nostra marca, garanzia di qualità, sicurezza e bontà per clienti e consumatori.

Nel corso dello scorso anno abbiamo dovuto rivedere parte dei nostri piani di crescita e sviluppo, ma guardiamo con determinazione e nuova progettualità al futuro: il piano europeo “Farm to Fork” e i finanziamenti legati al Pnrr sono straordinarie opportunità per Amadori, così come per il nostro comparto, per l’intero settore agroalimentare e per il nostro Paese.

La nostra ambizione è quella di costruire un futuro nel segno dell’eccellenza e per farlo investiremo risorse importanti in quella che amiamo definire “innovazione sostenibile”. È però necessario che tutti gli attori della filiera, diretti e indiretti, e i nostri stakeholder siano nostri compagni di viaggio.
L’Italia del 2030 sarà figlia delle decisioni prese oggi. Investire su filiere agroalimentari integrate, 100% italiane, tecnologiche e sostenibili, riuscendo a superare l’eccessiva burocratizzazione che ancora frena il Paese, è una scelta vincente.

Il Report di Sostenibilità è un passaggio essenziale di questa evoluzione: abbiamo deciso di rinnovare e rafforzare il nostro percorso di responsabilità, in linea con i valori e gli impegni che abbiamo esplicitato nella nuova Mission, Vision e Purpose aziendale. Allo stesso modo, siamo pronti a rispondere alle esigenze di clienti, consumatori e stakeholder attraverso importanti investimenti nel segno dell’innovazione, della sostenibilità e dell’alta qualità.

Questa prima edizione del Report di Sostenibilità è una parte importante di un percorso che ci permetterà di crescere in maniera ancor più consapevole, responsabile e attenta. Solo conoscendo il nostro presente e forti della nostra tradizione possiamo avere una visione chiara di quello che sarà il futuro e costruire, giorno dopo giorno, il Gruppo Amadori di domani.